Totale Prodotti
 
 
 
 
 
 
 

Olio Nocciola-e

 
 
Olio Nocciola e Hazel e Oil
 
 
Puro Olio BioDinamico di Nocciola Piemonte IGP pressato a freddo

Olio di nocciola Moncalieri

 
 
Prodotti vegetali
Concentrato di benessere
 
Olio di nocciola Moncalieri
Potente antiossidante
 
 
 

I valori nutrizionali sono relativi ad una quantità di 14 gr:

  • Calorie: 120.
  • Grassi: 13gr. (20% del fabbisogno giornaliero medio)
    • saturi: 1gr. (5% del fabbisogno giornaliero medio)
    • polinsaturi: 1 gr.
    • monoinsaturi: 11 gr.
  • Sodio: 0gr.
  • Carboidrati: 0gr.
  • Proteine: 0gr.
  • Vitamine
    • Vitamina A: 0%
    • Vitamina E: 20%
 
Valori nutrizionali
 
 
 
Estrazione nocciole

Lenta e attenta procedura

Le nocciole vengono sgusciate, pressate a freddo senza l’impiego di solventi. L’olio così ottenuto si illimpidisce con attenzione e passione per sedimentazione naturale senza ricorrere a prodotti chimici e viene imbottigliato senza l’impiego di filtri in base al calendario biodinamico in accordo con le influenze cosmiche. Vengono così rispettate le qualità naturali del frutto, senza apportare alcuna modifica alle sue caratteristiche organolettiche ed alle sue proprietà benefiche.L’estrazione delicata ci permette di ottenere un prodotto di elevata qualità.
 
Scrub viso

La Tonda Gentile Tribolata

 
La Tonda Gentile Trilobata (Piemonte IGP) è considerata una delle migliori varietà di nocciole: al suo interno, infatti, è presente un’alta percentuale di olio. Dopo la Turchia, l’Italia è il secondo produttore mondiale di nocciole. La maggior parte della produzione locale viene impiegata in pasticceria, grazie alle numerose aziende internazionali situate in Piemonte.
 

Olio di nocciola Hazel-e: la riscoperta

 
Un manoscritto cinese del 2838 AC descrive la nocciola come uno dei cinque nutrimenti sacri donati da Dio agli esseri umani. Greci e Romani rendevano omaggio alla nocciole ed al loro olio, riconoscendone ed apprezzandone le proprietà medicinali e la sua esclusiva capacità di ridonare salute. Difficile da spremere senza l’impiego di molti schiavi, dopo la caduta dell'impero romano venne sostituito in cucina dall’olio di oliva; gli ulivi erano più facili da coltivare e le olive venivano raccolte e spremute ottenendo grandi quantità di prodotto. Le proprietà dell’olio di nocciole, uniche nel trattamento della pelle, sono state via via dimenticate nel corso dei secoli successivi. Oggi invece, una maggiore conoscenza degli oli naturali come sana alternativa alle creme e alle lozioni cosmetiche “industriali” ha permesso di riscoprire le qualità naturali dell’olio di nocciola, sia in cucina che come ingrediente fondamentale nella dermocosmetica naturale.

Crudo è meglio

Fino al perfezionamento del sistema innovativo di pressatura sviluppato da ApeNocciola, le nocciole erano difficili da pressare. Per agevolare l’estrazione con altri tipi di pressa, le nocciole vengono prima tostate: durante il processo raggiungono temperature di ca. 135 º C / 275º F per 10/20 minuti. Questo modifica il frutto rendendolo più facile da spremere, ma durante il processo la nocciola viene alterata, con la perdita di vitamine (in particolare la Vitamina E) e acidi grassi essenziali benefici come gli Omega 3 e 6. L’olio surriscaldato durante il processo di tostatura viene esposto all’ossigeno, migliorando l’ “aroma di nocciola”, ma riducendo la durata di conservazione a causa di un aumento dell'ossidazione. Le nocciole tostate sono ampiamente utilizzate nell'industria dolciaria, dove è richiesto un forte aroma di nocciola.
L’Olio Hazel-e viene pressato ricorrendo ad un nuovo tipo di macchina che non richiede che le nocciole vengano precedentemente ammorbidite dalla tostatura. L'olio risultante ha un aroma molto leggero a differenza di quello da nocciole tostate. L’Olio Hazel-e può raggiungere durante la pressatura temperature massime tra 45 e 60 º C / 113º e 140 º F per alcuni secondi. A differenza dell’olio da nocciole tostate, nessuna proprietà benefica viene persa durante questo processo, come testimoniano le numerose analisi effettuate.
In molti paesi non europei, tra cui gli Stati Uniti, non esiste una definizione legale o il diritto di indicazione “spremuto a freddo”. Attenzione quindi alle etichette fuorvianti e all’origine del prodotto: solo dove è chiaramente specificato il produttore della materia prima si è sicuri della provenienza, solo dove è indicato il trasformatore della materia prima si può essere sicuri che l’etichetta non dia indicazioni fuorvianti.